Piano personalizzato alle esigenze dell’assistito e della famiglia

Il Mondo è il mio Paese ...

Chi è online

Abbiamo 313 visitatori e nessun utente online

News ed Eventi

Prev Next

Ricerca Personale SAI - TURSI

07-10-2021 Hits:622 Avvisi carmen - avatar carmen

- AVVISO DI RICERCA DI PERSONALE - Si indice ricerca di personale presso il Centro Sistema di Accoglienza per Minori Stranieri Non Accompagnati di Tursi (MT) – SAI MSNA PROG 1767 “RIBÂT” Questa...

Leggi tutto

Ricerca Personale SAI - TURSI

07-10-2021 Hits:302 Bandi di gara e Contratti carmen - avatar carmen

- AVVISO DI RICERCA DI PERSONALE - Si indice una ricerca di personale presso il Centro Sistema di Accoglienza per Minori Stranieri Non Accompagnati di Tursi (MT) – SAI MSNA PROG 1767...

Leggi tutto

AVVISO DI RICERCA DI PERSONALE - Operato…

25-08-2021 Hits:355 Avvisi Super User - avatar Super User

Copertura di n. 5 posti a tempo determinato per 12 mesi con mansione di Operatore addetto all’Accoglienza di minori presso il Centro Sistema di Accoglienza per Minori Stranieri Non Accompagnati di...

Leggi tutto

AVVISO DI RICERCA DI PERSONALE - Educato…

25-08-2021 Hits:276 Avvisi Super User - avatar Super User

Copertura di n. 1 posto a tempo determinato per 12 mesi Educatore Professionale presso il Centro Sistema di Accoglienza per Minori Stranieri Non Accompagnati di Colobraro (MT) – SAI MSNA PROG...

Leggi tutto

Manifestazione di interesse per attività…

31-08-2020 Hits:653 Avvisi Super User - avatar Super User

Liberi professionisti, esperti, artigiani, imprenditori, enti del terzo settore a formulare proposte di coprogettazione di attività finalizzate all’integrazione sociale dei msna accolti presso il centro SPRAR/SIPROIMI ORIZZONTI DI POLICORO

Leggi tutto

Ricerca personale - SPRAR Oltre Gorgogli…

31-08-2020 Hits:660 Avvisi Super User - avatar Super User

SPRAR MSNA OLTRE DI GORGOGGLIONE SI RICERCA PERSONALE PER VIGILANZA DI MSNA ATTIVITA' EDUCATIVA ai MSNA OPERATORI SOCIO - ASSISTENZIALI Requisiti minimi: diploma scuola secondaria di secondo grado La ricerca è rivolta ad entrambi...

Leggi tutto

 

Grazie a un'interfaccia cervello-computer una paziente tetraplegica è riuscita ad afferrare oggetti con una mano elettronica

Dalla loro prima comparsa nel mondo della medicina gli arti artificiali sono stati protagonisti di un processo evolutivo che ha portato a progressi notevoli. Oggi gli esperti dell'Università di Pittsburgh sono addirittura riusciti a far muovere una protesi a una donna tetraplegica, che grazie a una nuova interfaccia cervello-computer è riuscita a comandare i movimenti di una protesi compiendo 10 movimenti diversi che le hanno consentito di afferrare oggetti di diverse forme e dimensioni.

 

Grazie a un'interfaccia cervello-computer una paziente tetraplegica è riuscita ad afferrare oggetti con una mano elettronica

Dalla loro prima comparsa nel mondo della medicina gli arti artificiali sono stati protagonisti di un processo evolutivo che ha portato a progressi notevoli. Oggi gli esperti dell'Università di Pittsburgh sono addirittura riusciti a far muovere una protesi a una donna tetraplegica, che grazie a una nuova interfaccia cervello-computer è riuscita a comandare i movimenti di una protesi compiendo 10 movimenti diversi che le hanno consentito di afferrare oggetti di diverse forme e dimensioni.

L'interfaccia è stata sperimentata in uno studio da cui sono scaturite due pubblicazioni. La prima, apparsa su Lancet nel 2013, raccontava i primi risultati ottenuti dalla paziente, Jan Scheuermann, che nel febbraio del 2012 era stata sottoposta all'impianto chirurgico di una griglia di elettrodi, ciascuno collegato a un neurone dell'area cerebrale deputata al controllo dei movimenti del braccio e della mano destri. Trasmettendo a un computer i segnali catturati dai neuroni questa griglia ha permesso di identificare i percorsi nervosi attivati osservando o immaginando un movimento come alzare il braccio o ruotare il polso. Proprio grazie a queste informazioni è stato possibile far muovere la protesi elettronica utilizzata nella sperimentazione, messa a punto nel Laboratori di Fisica Applicata della Johns Hopkins University di Laurel (Usa).

Lo studio pubblicato sul Lancet dimostrava la possibilità di far compiere all'arto artificiale 7 diversi movimenti, ma successivi miglioramenti delle possibilità di controllo hanno permesso di far salire i tipi di movimento possibili a 10 e di pubblicare un nuovo studio, questa volta sul Journal of Neural Engineering. “Il nostro progetto – racconta Jennifer Collinger, responsabile della ricerca – ha dimostrato che è possibile interpretare i segnali provenienti dai neuroni con un semplice algoritmo informatico per generare movimenti sofisticati e fluidi che permettono all'utilizzatore di interagire con l'ambiente”. “I nostri risultati – aggiunge Andrew Schwartz, esperto di neurobiologia che ha partecipato alla sperimentazione – indicano che è possibile riconferire a pazienti con braccia e mani paralizzate un movimento altamente coordinato e naturale”.

 

http://salute24.ilsole24ore.com/

Novass.it fa uso di cookies tecnici, anche di terze parti. Navigandolo acconsenti all'uso dei cookies.