Piano personalizzato alle esigenze dell’assistito e della famiglia

Il Mondo è il mio Paese ...

Chi è online

Abbiamo 14 visitatori e nessun utente online

News ed Eventi

Prev Next

Cercasi traduttore/mediatore Urdu per Ac…

01-08-2018 Hits:617 Avvisi Super User - avatar Super User

Come da titolo, la Novass Soc. Coop. Soc. ricerca del personale come traduttore/mediatore URDU per l'accoglienza di minori stranieri non accompagnati. Per maggiori info contattare la Novass Soc. Coop. Soc. all'indirizzo...

Leggi tutto

Avviso per selezione operatori per servi…

30-01-2018 Hits:139 Avvisi Super User - avatar Super User

Con il Verbale di indizione gara prot.7 del 30/01/2018 si è stabilito di avviare la procedura di selezione per la fornitura di servizi di formazione e orientamento finalizzato all’inserimento professionale...

Leggi tutto

Avviso per selezione operatori per servi…

12-01-2018 Hits:126 Avvisi Super User - avatar Super User

Con il Verbale di indizione gara prot. 4 del 12/01/2018 si è stabilito di avviare la procedura di selezione per la fornitura di servizi di formazione e orientamento finalizzato all’inserimento...

Leggi tutto

Assistenza Educativa

29-12-2017 Hits:626 Assistenza Super User - avatar Super User

Il servizio consiste nella presenza di specifiche figure professionali che all'interno dell'ambiente scolastico operano efficacemente accanto all'alunno con bisogni educativi speciali, in modo da favorirne lo sviluppo dell'autonomia della socializzazione...

Leggi tutto

Terapie Occupazionali

29-12-2017 Hits:473 Assistenza Super User - avatar Super User

La terapia occupazionale, in inglese occupational therapy, è una disciplina riabilitativa, centrata sullo sviluppo e il mantenimento della capacità di agire delle persone. Contribuisce al miglioramento della salute e della qualità...

Leggi tutto

SPRAR MSNA Ubuntu

29-12-2017 Hits:425 Immigrazione Super User - avatar Super User

  PAGINA IN COSTRUZIONE   Lo Sprar per Minori Stranieri non accompagnati di San Fele è composto da due appartamenti attigui al centro del piccolo borgo di circa 3500 abitanti. Altresì consta di una...

Leggi tutto

SPRAR MSNA Oltre Gorgoglione

29-12-2017 Hits:604 Immigrazione Super User - avatar Super User

  PAGINA IN COSTRUZIONE   Lo Sprar per Minori Stranieri non accompagnati di Gorgoglione è una struttura dedicata all’accoglienza di 15 ragazzi provenienti da vari paesi dell’Africa.Gorgoglione è un paese di circa 1000...

Leggi tutto

La disposizione di una parte del corpo rispetto all'altra influenza la percezione degli stimoli esterni

Il dolore cronico è un problema molto diffuso, e a volte la sua intensità è maggiore rispetto a quanto ci si aspetterebbe in base alla gravità del problema che lo scatena. Oggi un nuovo studio apre la possibilità di combattere questo fenomeno in modo piuttosto bizzarro: cambiare la posizione della parte del corpo che fa male potrebbe infatti ridurre il dolore provato. Non si tratta di una questione di postura e tensioni muscolari. Come spiega Patrick Haggard, responsabile dello studio in questione, alla base dell'effetto c'è il fatto che “cambiare lo schema spaziale di stimoli che interagiscono fra loro può influenzare i circuiti cerebrali alla base della percezione del dolore”.

La disposizione di una parte del corpo rispetto all'altra influenza la percezione degli stimoli esterni

Il dolore cronico è un problema molto diffuso, e a volte la sua intensità è maggiore rispetto a quanto ci si aspetterebbe in base alla gravità del problema che lo scatena. Oggi un nuovo studio apre la possibilità di combattere questo fenomeno in modo piuttosto bizzarro: cambiare la posizione della parte del corpo che fa male potrebbe infatti ridurre il dolore provato. Non si tratta di una questione di postura e tensioni muscolari. Come spiega Patrick Haggard, responsabile dello studio in questione, alla base dell'effetto c'è il fatto che “cambiare lo schema spaziale di stimoli che interagiscono fra loro può influenzare i circuiti cerebrali alla base della percezione del dolore”.

Pubblicata su Current Biology, la ricerca di Haggard e colleghi dell'University College di Londra, ha permesso di elaborare questa ipotesi attraverso un esperimento spesso utilizzato per studiare il dolore: analizzare la sensazione a livello del dito medio quando questo viene raffreddato e contemporaneamente l'indice e l'anulare vengono scaldati. “In genere il freddo inibisce il dolore”, spiega Elisa Ferrè, coautrice dello studio. In questo caso, però, il dolore indotto dal caldo su indice e anulare viene avvertito anche dal dito medio. Il motivo risiede nel fatto che le vie nervose che portano al cervello le sensazioni di caldo, freddo e dolore interagiscono fra di loro; in questo caso il caldo avvertito su indice e anulare blocca l'attività cerebrale che normalmente sarebbe stimolata dal freddo sul dito medio. “Inibire il segnale che arriva dallo stimolo freddo aumenta il segnale del dolore”, spiega Ferrè. Tuttavia, se il dito medio viene incrociato sull'indice la sensazione di dolore si riduce; se, invece, l'indice viene raffreddato, medio e anulare scaldati e il medio incrociato sull'indice la sensazione di dolore provata a livello del dito medio aumenta. In altre parole, il fenomeno dipende dalla disposizione delle dita.

“I nostri risultati dimostrano che un semplice schema spaziale determina la sensazione di bruciore – spiega Ferrè – Il cervello sembra utilizzare l'arrangiamento spaziale di tutti e tre gli stimoli per generare la sensazione di calore bruciante su un solo dito”.

http://salute24.ilsole24ore.com/

Novass.it fa uso di cookies tecnici, anche di terze parti. Navigandolo acconsenti all'uso dei cookies.